I motoriduttori "Automec" a Milano dal 1989

Giovanni Franco Felice Maggi fondatore Automec Srl
A sinistra Giovanni Franco Felice Maggi, fondatore della Automec Srl

Una storia tramandata per generazioni (1974-1989)

Automec oggi non è solo un’azienda, ma è il frutto di un’avventura iniziata nel lontano 1975 da Giovanni Franco Felice Maggi, mio nonno. In tutti questi anni abbiamo avuto la fortuna di lavorare con grandi artigiani, di collaborare con aziende importanti, di sperimentare tecnologie e tecniche innovative. Abbiamo vinto e perso, abbiamo avuto momenti di gioia e di preoccupazione, siamo stati fortunati e sfortunati. E tutto questo si è trasformato in un grande bagaglio di esperienze. Rivolgendovi a noi non avrete a che fare solo con un’industria costruttrice di motoriduttori, ma con dei valori, con una scuola, con il lavoro che unisce l’ingegno italiano all’operosità tipica di Milano.

Come vi ho accennato sopra, la nostra storia ha inizio nel 1975 quando mio nonno Giovanni ebbe l’idea di mettersi  a produrre motoriduttori. Aprì la sua officina in uno scantinato in via Soffredini a Milano, dove si mise a lavorare insieme al mio bisnonno e a mia nonna. Anche mia madre e mio zio da ragazzini davano una mano alla piccola azienda di famiglia quando non c’era la scuola. Non appena l’attività iniziò ad ingranare abbandonarono lo scantinato per spostarsi in una piccola officina in via Apelle, sempre a Milano.

Giovanni Franco Felice Maggi fondatore Automec Srl
A sinistra Giovanni Franco Felice Maggi, fondatore della Automec Srl

La svolta (1989-2011)

Nel 1989 ci fu una nuova svolta importante. Il lavoro aveva bisogno di una marcia in più e fu così che mio nonno si mise in società con Emilio Zerega, un suo concorrente, e fondò la Automec. Emilio portò con se il figlio Fabio col ruolo strategico di commerciale, un primo passo per la ristrutturazione dell’attività da artigiana a impresa.

Dal 1989 agli anni 2000 Automec crebbe fino a diventare una piccola azienda strutturata. Io fin da ragazzo andavo in estate a dare una mano a mio nonno e quando iniziai metalmeccanica frequentavo la mattina e il pomeriggio andavo in azienda ad aiutare. Finiti gli studi entrai a far parte a tempo pieno dell’attività di famiglia.

Nel 2004 l’azienda abbandonò la sede milanese per spostarsi in via Daniele Manin nell’operosa Sesto San Giovanni, alle porte di Milano stessa.

Nel 2011 ci fu un evento che ci scosse profondamente, Giovanni morì.

Un'acquisizione strategica (2011-oggi)

Io e mia madre non volevamo che tutto il lavoro di mio nonno andasse perduto. Ci rimboccammo le maniche, iniziammo la ricerca di nuovi clienti da affiancare a quelli esistenti e studiammo rinnovate strategie per dare nuova linfa all’azienda.

Nel 2014 nell’ottica di internalizzare tutto il lavoro acquisimmo un nostro fornitore, la piccola azienda artigiana di Grazia Rosito. Nacque così la New Rosito, oggi incorporata in Automec, che ci permise di renderci autonomi anche nella produzione dei rotori.

Nel 2015 Automec si trasferì nella sede attuale in via Muggiasca 19, a pochi passi dalla tangenziale est di Milano.  Da allora l’attività è cresciuta e si è strutturata per affrontare le sfide di un mercato che non è più solo quello milanese o italiano, ma è globale.

Davide

Cerchi un motoriduttore su misura? Compila il form.